L’associazione Foligno in Comune con un comunicato alla stampa chiede chiarezza sul futuro del nosocomio folignate “L’ospedale di Foligno sarebbe dovuto tornare in servizio al massimo il 4 Maggio ma oggi ancora non si sa nulla.
Nonostante gli annunci del Sindaco Zuccarini e della Presidente Tesei non solo non sappiamo quando tornerà operativo ma nemmeno con quali modalità.
Nel frattempo le cittadine e i cittadini di Foligno e non solo – le persone che si rivolgono al nostro ospedale valicano addirittura i confini regionali – sono costrette ad andare a Perugia o rivolgersi alle strutture private, che da questa situazione hanno solo da guadagnare – visti anche gli accordi regionali.
Notiamo anche una tendenza a ridurre i servizi erogati nel nostro territorio e una emorragia di personale altamente qualificato – che abbandona le nostre strutture in favore di quelle private o maggiormente valorizzate – in corso da anni, a cui nessuno sembra voler rispondere.
Se la Regione Umbria sembra fare di tutto per rimandare la propria decisioni sull’ospedale di Foligno ha invece le idee chiarissime sull’ospedale da campo di Bastia Umbra, un’opera di dubbia utilità – in pieno stile leghista – che costerà a tutte e tutti noi 3 milioni di € e che ora è sotto osservazione dalla Corte dei Conti.
Ad oggi i pazienti con Covid-19 in Umbria sono 81 di cui 27 ricoverati. Nessuno di quest’ultimi si trova ricoverato a Foligno.
Abbiamo diritto di sapere quando l’ospedale di Foligno tornerà operativo. Noi auspichiamo che torni ad esserlo il prima possibile, nell’interesse di tutte e tutti. Le istituzioni invece devono fare il proprio lavoro e muoversi in questa direzione. Meno chiacchiere e più fatti.”