Nella serata di sabato 16 maggio poco dopo le 20,00,  a seguito di una segnalazione giunta al 113 di un assembramento in porta Sant’Angelo, personale del servizio interforce è dovuto intervenire accertando che circa 30 giovani si erano assembrati sul marciapiede  all’esterno di un locale all’inizio di via Cavour e stavano bevendo birre e altre bevande. All’arrivo delle pattuglie alcuni di loro si sono repentinamente allontanati verso la Passeggiata e via Cavour, mentre un gruppo è stato identificato e la loro posizione sará valutata per l’applicazione della sanzione amministrativa prevista dalle misure anti covid. La Questura di Terni rinnova l’invito ad evitare assembramenti e comportamenti vietati che possono vanificare i buoni risultati di contenimento registrati in Umbria.

BARBIERE A DOMICILIO POSITIVO AL COVID, 40 FAMIGLIE IN QUARANTENA È SUCCESSO A CAMPOFRANCO IN PROVINCIA DI CALTANISSETTA