I finanzieri del comando provinciale di Perugia hanno scoperto un centro benessere in piena attività, con tanto di cartelli esposti che invitavano a fare le prenotazioni.

I militari, una volta entrati, hanno riscontrato la presenza di lettini e strumenti per massaggi già pronti per l’uso. Il personale all’interno del locale non è stato in grado di fornire alcuna motivazione plausibile che potesse giustificare l’apertura dell’attività.

Per il centro benessere – spiega la Gdf – sono previste sanzioni economiche e la chiusura provvisoria per cinque giorni. Inoltre, il prefetto potrà disporre ulteriori misure restrittive una volta valutata la gravità della violazione.