Una bambina di tre anni è morta oggi pomeriggio sulla montagna folignate dopo essere caduta in una piscina. L’ipotesi più accreditata su quanto accaduto è quella dell’incidente, secondo quanto riferito dai carabinieri della compagnia di Foligno che stanno compiendo accertamenti.

La bambina era uscita da casa nel primo pomeriggio insieme ai tre cani di famiglia. A dare l’allarme ai carabinieri, dopo circa un’ora, è stata la mamma della piccola, allarmata per averla persa di vista.

E’ stato subito attivato il piano per le ricerche, anche con polizia, vigili del fuoco e volontari. Attivati anche i cani molecolari, ma dopo circa un’ora e mezzo il corpo della bimba è stato avvistato dall’alto da un elicottero dei carabinieri, nell’acqua della piscina di un’abitazione.

Quando è stata trovata, la bambina era già morta. Inutilmente i soccorritori hanno tentato di rianimarla. L’abitazione in cui è stata trovata, si è appreso, si trova a circa due chilometri e mezzo dalla casa dove la piccola viveva insieme ala sua famiglia.

La zona, nei pressi della frazione di Capodacqua di Foligno, è molto isolata e immersa nei boschi. Non è ancora stato possibile ricostruire il percorso fatto dalla bambina. La sua abitazione non è lontana anche dalla strada principale.

Nessuno, secondo quanto emerso al momento, avrebbe visto la piccola camminare o entrare nel giardino della casa dove è stata poi ritrovata.