In accordo con la presidente Donatella Tesei, l’assessore umbro all’Ambiente, Roberto Morroni, ha dato mandato agli uffici regionali di predisporre una bozza di ordinanza in materia di rifiuti correlata alla Fase 2 dell’emergenza Covid-19.

In particolare – spiega la Regione – si vuole rispondere ad un’esigenza che già si sta manifestando, ma che si esplicherà con la riattivazione di tutte le attività economico-commerciali, connessa alla gestione dei rifiuti costituiti dalle mascherine, guanti e, genericamente, dai Dispositivi di protezione Individuali utilizzati dai dipendenti e dagli avventori delle attività economico-produttive al fine di assicurare le misure anticontagio. L’obiettivo è di assimilarli a quelli urbani e permettere che siano conferiti al Servizio di gestione integrata come rifiuti indifferenziati nel contenitore del secco residuo.

Secondo la Regione la mancata emissione di un’ordinanza di tal genere potrebbe comportare un “notevole appesantimento” delle condizioni di lavoro delle imprese.