Con l’approvazione del protocollo ‘Tsunami’, da parte del Comitato etico regionale, è prevista ora la possibilità anche in Umbria di verificare l’efficacia della terapia con plasma da donatori convalescenti Covid-19, su pazienti affetti dalla stessa patologia con polmonite grave.

Per il direttore del Servizio immunotrasfusionale dell’Azienda ospedaliera di Perugia, Mauro Marchesi, “si tratta di una sperimentazione che vede in prima linea a livello nazionale ed internazionale proprio la sanità umbra, ed in particolare il Centro di malattie infettive e quello regionale Sangue dell’ospedale del capoluogo umbro”.

“Già dalla prossima settimana – ha aggiunto – potremo avviare la selezione dei pazienti volontari per la donazione del plasma”.