La Regione Umbria attuerà un “monitoraggio strettissimo del territorio” e degli accessi ai pronto soccorso nella ‘fase 2′ dell’emergenza coronavirus. Lo ha sottolineato l’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto.

“Saranno le sentinelle che ci avviseranno se ci dovessero essere eventuali impennate dell’epidemia” ha spiegato in una conferenza stampa che si è svolta stamane.

“Siamo per riaprire le attività produttive – ha spiegato ancora Coletto – ma non possiamo dimenticare che il virus è ancora in mezzo a noi. E’ quindi fondamentale l’uso delle mascherine, dei Dispositivi di protezione personale e il distanziamento sociale. Il futuro è nelle nostre mani”.

L’assessore umbro ha parlato dei dati per la diffusione del Covid in Umbria, definendoli “di andamento confortante”. “Non dobbiamo però adagiarci – ha ribadito Coletto – ma continuare a lavorare”.