In linea con quanto deciso dalle segreterie nazionali di CGIL, CISL e UIL che, in accordo con il Commissario straordinario per l’emergenza COVID-19 e con la Protezione Civile, hanno organizzato la campagna nazionale “Dai. Aiuta chi ci aiuta”, il cui ricavato sarà versato alla Protezione Civile per il potenziamento dei reparti di terapia intensiva e l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale, anche la FLC CGIL Terni fa la sua parte, effettuando una donazione agli ospedali di Terni e Orvieto.

“Il gesto – si legge in una nota dell’organizzazione sindacale – è stato chiesto con forza dal direttivo provinciale FLC CGIL, ovvero da quelle lavoratrici e lavoratori delle scuole di ogni ordine e grado e dell’alta formazione musicale, impegnati nel nostro sindacato, che dall’inizio dell’emergenza stanno lavorando senza sosta e spesso senza distinzione tra tempo di vita e di lavoro per non aggravare la situazione già complicata delle generazioni in formazione e delle loro famiglie, contrapponendo alla solitudine della sospensione dei rapporti sociali e produttivi un solido appiglio, a volte il solo, fatto di socialità e trasmissione di saperi”.

“Un atto concreto – prosegue la nota – che vuole aiutare in maniera tangibile chi nella comunità locale è in prima linea nell’emergenza covid 19 ed esprimere un ringraziamento per lo straordinario impegno, abnegazione, senso del dovere, etica e responsabilità dimostrati da tutto il personale sanitario. La solidarietà evidentemente unisce tutto il mondo del lavoro che sta facendo la propria parte anche in questa complicata situazione epidemiologica, nella consapevolezza che il comparto pubblico è l’unica vera garanzia contro le diseguaglianze, che possono al contrario derivare da velleità come quelle di chi propone autonomie regionali differenziate”.