Da mercoledì 22 aprile è attivo un servizio che permette alle famiglie con figli affetti da diabete di ricevere direttamente presso la propria abitazione presidi medici indispensabili per la gestione delle terapie.

Il progetto vede impegnata l’Associazione Genitori dell’Umbria (AGDU), che, attraverso i suoi volontari effettua il ritiro dei presidi presso la struttura di Pediatria dell’Azienda ospedaliera di Perugia per poi farsi carico delle consegne, evitando così spostamenti a familiari e pazienti e contenendo al tempo stesso la diffusione del Covid-19.

Il progetto ha trovato il pieno accordo della direzione aziendale, dei sanitari che hanno in cura i piccoli pazienti e il Centro di riferimento regionale di Diabetologia pediatrica.

“Ogni settimana riusciremo a consegnare presidi di alta tecnologia a cinque famiglie dislocate sul territorio regionale, da Città di Castello a Terni, Spoleto, Narni – assicura il presidente AGDU Enrico Piano -. A nome delle famiglie dei pazienti sento il dovere di ringraziare anche Protezione Civile e Prefettura di Perugia che hanno favorito la realizzazione di questo, che mette in sicurezza i pazienti nelle loro case, con percorsi condivisi e tracciati”.

 

In Umbria, come riferisce una nota dell’ospedale, i pazienti seguiti dalla struttura complessa di Pediatria di Perugia sono circa 350.