L’Umbria e la Basilicata potrebbero essere le prime a uscire dal contagio secondo le proiezioni dell’Osservatorio nazionale sulla salute nelle Regioni Italiane, coordinato da Walter Ricciardi, ordinario di Igiene all’Università Cattolica. In Lombardia e Marche l’assenza di nuovi casi si potrà verificare invece non prima della fine di giugno. In Emilia-Romagna e Toscana non prima della fine di maggio.

L’Osservatorio, spiega il direttore scientifico Alessandro Solipaca, “ha effettuato un’analisi, regione per regione, con l’obiettivo di individuare la data a partire dalla quale è verosimile attendersi l’azzeramento dei nuovi contagi e si basa sui dati messi a disposizione dalla Protezione Civile fino 17 aprile”.