Quelle delle festività Pasquali appena trascorse sono state giornate intense per i Carabinieri della Compagnia di Terni. Due cittadini albanesi sono stati sorpresi, poco prima della cascata delle Marmore, mentre si dirigevano in taxi verso l’abitato di Piediluco giustificandosi col fatto di dover portare del denaro ad un loro conoscente. Ad Arrone, invece, all’una di notte un giovane 25enne giustificava la propria presenza fuori dall’abitazione con la necessità di dare da mangiare ai propri cani. L’orario improbabile, l’abbigliamento e la pettinatura curati hanno evidentemente tradito le sue parole. Sanzionati anche due motociclisti. Ad Acquasparta, un giovane abbandonava la propria moto da cross in un campo dopo aver notato i militari, iniziando a correre in direzione della propria abitazione: raggiunto, ha giustificato le proprie prodezze con la necessità di dover testare la moto. A Terni, invece, in sella ad una Ducati un giovane riferiva ai militari di voler provare la moto del padre. A Stroncone, un uomo ha motivato la propria presenza in strada con la necessità di aiutare un proprio amico nella mungitura delle capre. Ulteriormente, una donna si stava recando da Terni a Labro (RI) per dare da mangiare ad una colonia felina. Sempre a Terni, scuse improbabili quelle di chi cerca un tabaccaio o un giornalaio dall’altra parte della città rispetto al luogo di abituale domicilio, condotte naturalmente sanzionate. A Ferentillo la violazione più “tenera”, quella di un uomo che a bordo del proprio veicolo stava portando l’uovo di cioccolata alla propria nipotina: un eccesso di bontà che, purtroppo, in periodo di COVID-19 può costare caro nella gestione dell’epidemia.