E’ uno dei simboli tradizionali del Natale ma quest’anno, per la prima volta in 30 anni, la Stella di Miranda, a Terni, illuminerà la città anche per la Pasqua.

Pro Loco e Comune hanno infatti deciso di prolungare l’accensione, avvenuta eccezionalmente il 15 marzo come messaggio di speranza di fronte alla pandemia del coronavirus.

“Non la spegneremo fino a quando non sarà cessata l’emergenza – spiega il Presidente della Pro loco Moreno Sorgenti – è il nostro segno di augurio perché tutto finisca presto”

Solo un paio, sottolineano dall’associazione, le occasioni in cui la cometa stilizzata – che ha 80 punti luce e 105 metri di diametro – è stata accesa in via straordinaria al di fuori del periodo natalizio, mai in quello pasquale. Anche la prima accensione in assoluto, l’8 dicembre 1990, era stata ideata in un momento di crisi, che in quegli anni coinvolgeva l’industria siderurgica cittadina.