L’Usl Umbria 2 attiverà da domani, giovedì 19 marzo, il “Filo diretto psicologico”, un servizio formato da un team di psicologi dell’azienda per supportare gli operatori sanitari in prima linea nell’emergenza Covid-19, i pazienti in quarantena e i familiari dei ricoverati.

Il progetto aziendale sarà coordinato dalla dottoressa Paola Angelucci e prevede l’organizzazione di un turno di reperibilità telefonica attivato da centralino dell’ospedale di Spoleto (0743-2101), dal lunedì al sabato dalle 9 alle 16.

“La linea di supporto psicologico, attiva e dedicata esclusivamente all’emergenza coronavirus – spiega in una nota il commissario straordinario dell’Usl, Massimo De Fino – offre la possibilità di parlare e confrontarsi con un esperto psicologo che possiede delle competenze specifiche sulle reazioni traumatiche, favorisce e velocizza il tempo di risoluzione delle reazioni stesse in un numero più elevato di persone, previene la strutturazione di disagi più significativi”.