Sono 2.480 le persone controllate, dal 12 marzo, 36 quelle denunciate per la violazione dei DPCM del’8, 9 e 11 marzo, e 962 sono gli esercizi commerciali controllati: è questo il primo bilancio dei controlli disposti con ordinanza di servizio dal Questore di Terni, all’esito delle indicazioni del tavolo permanente, presieduto dal Prefetto Emilio Dario Sensi, a cui partecipano attivamente i comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri Davide Rossi e della Guardia di Finanza Livio Petralia, il Sindaco di Terni Leonardo Latini e il Sindaco di Narni Francesco De Rebotti, in qualità di Presidente dell’ANCI Umbria.

Una ulteriore ordinanza è stata emanata questa mattina dal Questore, finalizzata all’osservanza delle disposizioni riguardanti le medie e grandi strutture di vendita degli esercizi commerciali, al fine di verificare il rispetto delle misure di contenimento del COVID-19 all’interno di tali luoghi; in particolare, evitare l’assembramento nelle strutture e che vengano rispettate le prassi dettate dalle autorità sanitarie, relativamente all’uso dei dispositivi di protezione individuale, da parte del personale addetto.