Tutelare ancor più i dipendenti dai rischi di contagio del virus Covid-19. È quanto la Rappresentanza sindacale unitaria (Rsu) dell’azienda ospedaliera di Perugia, per bocca del suo coordinatore Claudio Capanni, chiede alla direzione della struttura.

I lavoratori chiedono la sospensione dei ricoveri programmati, delle prestazioni ambulatoriali e diagnostico-strumentali differibili e la sospensione totale dell’attività libero-professionale intramoenia, così come stabilito con l’ordinanza della presidente della Giunta regionale; che vengano adottate, a integrazione di quanto già predisposto, la tempestiva sanificazione degli uffici, la distribuzione continua al personale dei presidi previsti, l’individuazione, all’interno delle aree di attesa comuni e all’interno degli uffici stessi, di aree di rispetto.