Continua a creare danni non solo economici ma anche d’immagine la fobia ormai dilagante legata al coronavirus.

La nazionale della Romania di canottaggio è stata infatti richiamata dal proprio Paese. Lascerà così in anticipo Piediluco dove si stava preparando per le prossime competizioni e dove sarebbe dovuta rimanere fino al prossimo mese di aprile.

Le ottanta persone che fanno parte della delegazione, dovrebbero partire nei prossimi giorni per rientrare in patria stando almeno a ai contatti in corso con l’Ambasciata rumena in Italia per mettere a punto i dettagli del rientro.