Un centinaio di uomini, tra polizia e carabinieri, sono intervenuti per le operazioni di sgombero di un rave party abusivo nel comune di Giove. A disporre il provvedimento il questore di Terni, Roberto Massucci, d’intesa con il prefetto Emilio Dario Sensi.

Il raduno, risultato non autorizzato, era all’interno di un capannone dismesso della zona industriale, a poca distanza dall’A1. Centinaia i partecipanti, fino ad un migliaio circa nella giornata di domenica, provenienti da varie parti d’Italia.

A quanti verranno identificati – riferisce la questura – saranno contestati i reati di invasione di edificio, esercizio abusivo di attività di pubblico spettacolo e disturbo alla quiete delle persone.