E’ boom di richieste di mascherine nelle farmacie dell’Umbria dopo i recenti casi di coronavirus che si stanno verificando in Italia ma “sono esaurite” quelle con le caratteristiche che le rendono efficaci per evitare il contagio.

Lo ha detto Augusto Luciani, presidente di Federfarma Umbria, il sindacato dei titolari delle farmacie spiegando come ormai siano disponibili solo poche mascherine ‘leggere’ non in grado di fermare gli eventuali virus.

“Negli ultimi giorni – ha spiegato Luciani – c’è stato un notevole aumento di richieste per queste protezioni ma le scorte sono esaurite. Tra la gente che viene in farmacia c’è apprensione e in tanti chiedono informazioni”.

Il presidente di Federfarma Umbria ha invitato ad “attenersi a ciò che dice la scienza, anche perché l’Italia è tra i Paesi più attrezzati e all’avanguardia al mondo”. “E’ bene lavare frequentemente le mani – ha aggiunto – magari utilizzando un germicida. E di questi prodotti nelle farmacie umbre non c’è carenza”.