Forte integrazione tra l’assistenza primaria, continuità assistenziale, potenziamento delle cure domiciliari e riduzione dei ricoveri ospedalieri sono alcune delle linee guida tracciate dal nuovo commissario straordinario della Usl Umbria 2, Massimo De Fino, che ha individuato inoltre come prioritaria la risposta sanitaria e assistenziale alla popolazione anziana dato che “l’invecchiamento della popolazione si accompagna ad un numero in progressiva crescita di pazienti affetti da malattie croniche”.

Il commissario ha presieduto la prima riunione del 2020, a Terni, del collegio di direzione dell’azienda Usl Umbria 2, l’organismo che concorre al governo delle attività cliniche e affianca la direzione generale alla pianificazione strategica dell’azienda sanitaria. all’incontro hanno partecipato i responsabili delle macrostruttura aziendali. E’ stata l’occasione – spiega una nota dell’azienda – per una prima approfondita analisi delle criticità presenti nei territori e nelle strutture.