Bilancio “più che positivo” per la Scuola umbra di amministrazione pubblica, costituita da 12 enti consorziati (Regione Umbria, Provincia di Perugia, Provincia di Terni, Comune di Perugia, Comune di Terni, Università degli Studi di Perugia, Università per Stranieri di Perugia, Cal Umbria, Istituto zooprofilattico sperimentale Umbria-Marche, Arpa Umbria, Adisu, Agenzia forestale regionale) e la cui assemblea consortile è presieduta dalla presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei.

Anche quest’anno la Scuola Umbra, diretta da Alberto Naticchioni, amministratore unico e responsabile scientifico, si conferma un’eccellenza nazionale nel settore della formazione rivolta alla Pubblica Amministrazione. Nel 2019 sono stati registrati 22mila iscritti e sono state erogate 21mila ore di alta formazione.

Sono state stipulate 100 convenzioni con enti pubblici, di cui 10 fuori regione tra Marche, Toscana e Lazio. I docenti incaricati sono stati 728. È stata consolidata la collaborazione con Ordini e Collegi professionali, con la Scuola nazionale dell’amministrazione e con il dipartimento di Funzione pubblica.