Due commercianti di nazionalità cinese sono stati denunciati dai carabinieri perché, in vista di Capodanno, vendevano fuochi pirotecnici senza la prevista autorizzazione.

E’ accaduto a Giano dell’Umbria, nella frazione di Bastardo, dove i militari hanno sorpreso i commercianti proprio mentre stavano vendendo una confezione di botti vietati a un minorenne.

I carabinieri hanno accertato che – oltre ad altri prodotti esplodenti di libera vendita – i due cittadini cinesi tenevano in bella mostra anche numerose tipologie di botti commerciabili solo se in possesso di specifica licenza prefettizia che, in questo caso – riferisce l’Arma – mancava.

Nel corso del controllo sono stati sequestrati circa 1.900 petardi di varia grandezza, per un totale di oltre 25 chilogrammi di peso.