Il commissariato di Assisi, con la collaborazione della guardia di finanza, nell’ambito dei controlli negli esercizi commerciali situati nel comune, ha sequestrato oltre 20 chilogrammi di fuochi d’artificio, che risultavano essere stati messi in vendita in un negozio.

La tipologia di prodotti pirotecnici sequestrati, non poteva essere rivenduta liberamente, ma per la commercializzazione di quei prodotti – spiega la polizia – vengono richieste specifiche autorizzazioni, sia per la vendita che per l’acquisto. Il negoziante, un italiano 60enne, è stato denunciato per il reato di detenzione e commercio di materie esplodenti senza licenza dell’autorità.

Il controllo si colloca nell’ambito della complessiva strategia di contrasto al fenomeno della rivendita non autorizzata di articoli pirotecnici e secondo le linee guida individuate in sede di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, con l’impulso e il coordinamento della prefettura.