Potrebbe essere stato innescato da una coperta elettrica o da un phon l’incendio che ha interessato un divano dal quale sono scaturite le esalazioni per le quali è morta una donna di 82 anni nella sua casa di Città di Castello.

Sulle cause dell’incidente sono in corso accertamenti dei vigili del fuoco e dei carabinieri della compagnia tifernate.

La donna viveva da sola e la porta dell’abitazione era chiusa dall’interno. A dare l’allarme è stato un vicino.

La donna è stata trovata in un corridoio vicino al bagno dove c’era l’acqua aperta. Non è escluso che abbia provato a spegnere l’incendio ma il fumo l’abbia uccisa. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco e ai carabinieri, è intervenuto anche il 118.