“Ammonta a 34,4 milioni di euro il contratto per la concessione di un prestito, con oneri a carico dello Stato, stipulato tra l’Assessorato regionale all’istruzione e Cassa depositi e prestiti per finanziare interventi di costruzione, ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà degli enti locali adibiti all’istruzione scolastica”. Lo ha annunciato l’assessore regionale all’istruzione Paola Agabiti.

“Con la firma di ieri – ha detto – prosegue il programma di finanziamento per l’edilizia scolastica in Umbria 2018-2020. Le risorse a disposizione – ha aggiunto – permetteranno di realizzare opere finalizzate a migliorare sicurezza, agibilità e adeguamento sismico in 67 edifici scolastici di diverso ordine e grado ubicati nelle province di Perugia e di Terni. Il programma di interventi consentirà all’Umbria di fare un ulteriore passo avanti oltre che, come detto, nella messa in sicurezza, anche in termini di sostenibilità ed efficientamento energetico, aspetti che concorrono alla qualità didattica ed al miglioramento del benessere di studenti, educatori, e di tutto il personale opera nelle scuole”.

L’accordo rientra nell’ambito del Programma di edilizia scolastica 2018-2020 e a seguito della stipula di un protocollo di intesa con il Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca, che coordina il piano e monitorerà l’utilizzo dei fondi, il Ministero dell’economia e delle finanze, la Banca europea per gli investimenti, la Banca di sviluppo del Consiglio d’Europa.