“Vogliamo organizzare – dichiarano i capigruppo Alessandro Gentiletti (Senso Civico), Federico Pasculli (M5s), Francesco Filipponi (Pd) e Paolo Angeletti (Terni Immagina) -  un incontro con le rappresentanze sindacali di tutti i lavoratori delle aziende partecipate coinvolte nell’operazione di trasferimento delle quote della SII possedute da ASM ad Acea che la maggioranza ha bocciato non garantendo il numero legale. Ci stiamo attivando a tal proposito, per supplire alle inadempienze di una amministrazione sempre più avvitata su stessa, incapace di dare risposta ai problemi della città.
Riteniamo importanti e fondamentali le rivendicazioni dei lavoratori ed imprescindibile ascoltare il loro punto di vista su come rilanciare le aziende pubbliche della città ; soprattutto riteniamo non rinviabile una risposta seria e duratura alla situazione di incertezza che molti di essi vivono.
Tali situazioni non possono essere strumentalizzati subdolamente come sta tentando di fare l’amministrazione, tanto più non possono servire a giustificare la difesa di una operazione non di ampio respiro, di mera speculazione finanziaria, e che la stessa maggioranza ha bocciato. La politica abbia rispetto dei diritti dei lavoratori e del ruolo delle forze sindacali tutte. Si ponga in ascolto e li coinvolga in un piano di rilancio serio ed affidabile”.