Inail e Confindustria Umbria hanno stretto un patto per la realizzazione di attività congiunte in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. È stato firmato infatti un protocollo d’intesa per rafforzare il sistema regionale della prevenzione, per promuovere la cultura della sicurezza negli ambienti di lavoro e prevenire il rischio di morti, infortuni (in Umbria cresciuti nel 2019 più della media nazionale) e malattie professionali.

L’accordo è stato sottoscritto a Perugia dal direttore di Inail Umbria Alessandra Ligi e dal presidente regionale di Confindustria Antonio Alunni.

Grazie al protocollo, che vuole essere “uno degli strumenti per attivare ogni possibile azione mirata a contenere i rischi e a migliorare le condizioni di lavoro e sicurezza in azienda, si estende – ha sottolineato Alunni – il rapporto già attivo con l’Inail per ridurre il fenomeno, trovando strade nuove di intervento, con la speranza che il tavolo delle sinergie si allarghi ancora”.