Sarà dedicata anche quest’anno ai diritti umani e alle popolazioni colpite dal sisma l’iniziativa “Suoniamo i campanili d’Europa” promossa dal Gruppo Campanari di Arrone con il sostegno della Federazione Nazionale Suonatori di Campane in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti Umani.

Per il decimo anno consecutivo, il 10 dicembre, i Campanari suoneranno le campane del paese chiedendo ancora una volta ad altre città italiane e straniere e a parrocchie e diocesi di fare altrettanto in contemporanea.

“Anche l’anno scorso – dice il presidente del Gruppo Campanari Arrone, Tullio Antonelli – l’iniziativa ha avuto un grande successo con adesioni anche da Spagna e Inghilterra”.

L’impegno, spiegano i Campanari, prevede un’esecuzione, suonata a festa o qualsiasi o altro, da effettuarsi il 10 dicembre alle 20 della durata di dieci minuti. “Lo scopo è quello di divulgare e sostenere il valore dei Diritti Umani tramite le armonie dei Sacri Bronzi.

Crediamo che i miglioramenti della società avvengono grazie agli uomini che insieme condividono uno scopo perseguendolo con impegno, dignità e serietà. Questa – conclude Antonelli – deve essere la forza del nostro invito e del messaggio che intendiamo divulgare”.