In Umbria il 10% delle persone con più di 18 anni ha avuto un problema di violenza nella coppia e solo il 24% ha potuto beneficiare di un aiuto psicologico nel servizio pubblico. Nella Giornata contro la violenza sulle donne, l’Ordine regionale degli psicologi ha diffuso i dati di un’indagine dell’Osservatorio salute psicologica (condotta da Istituto Piepoli) su un campione “rappresentativo” della popolazione umbra.

In base a questi dati il 25% ha dovuto affrontare problemi di coppia, trovando “solo” in un quarto dei casi un ascolto psicologico nel servizio pubblico. Eppure, evidenzia l’indagine – secondo quanto riferisce l’Ordine – l’84% degli umbri ritiene “fondamentale” l’aiuto dello psicologo in situazioni di violenza psicologica e fisica.

“I dati devono far riflettere – spiega David Lazzari, presidente dell’Ordine – per la preoccupante diffusione del fenomeno e la scarsa possibilità di aiuto che il servizio pubblico offre a queste persone”.