Arrestato dalla squadra volante della questura di Perugia un ventenne italiano per avere rapinato del denaro alla madre, aggredendola e spintonandolo dopo avere ricevuto un primo rifiuto. Gli agenti lo hanno bloccato nella sua camera da letto dove aveva nascosto i soldi.

La polizia perugina è intervenuta alla periferia della città in seguito a una richiesta di aiuto da parte della donna che sosteneva di essere stata prima aggredita e poi chiusa in casa dal figlio. Dagli accertamenti è emerso che questo, dopo il rifiuto ad una richiesta di denaro, aveva devastato l’abitazione danneggiando i mobili e gli infissi, per poi aggredire e spintonare la madre, facendola cadere in terra per impossessarsi dei soldi. Nella camera dove è stato bloccato il giovane, la volante ha recuperato anche il denaro rapinato, restituito alla madre.

Dall’indagine sono emersi anche altri interventi analoghi della polizia e quindi che da tempo la donna era diventata oggetto di veri e propri maltrattamenti.