I carabinieri del nucleo investigativo di Firenze hanno dato esecuzione a un decreto di fermo di indiziato di delitto, disposto dalla procura di Firenze, nei confronti di cinque appartenenti a una presunta organizzazione dedita a rapine e furti in ambito internazionale.

I destinatari del provvedimento sono stati bloccati a Montecatini Terme, in provincia di Pistoia e a Firenze.

Secondo le indagini la banda, i cui componenti sono di nazionalità romena o albanese, sarebbe responsabile di sei rapine a sale slot e di 23 furti con il metodo della ‘spaccata’, commessi in Toscana, Umbria, Veneto ed Emilia-Romagna tra febbraio e giugno 2019.

Sarebbe stato inoltre appurato che il gruppo aveva già effettuato sopralluoghi e si apprestava a colpire nuove attività commerciali toscane per poi ripartire alla volta della Romania e rivendere la refurtiva.