La divisione Anticrimine della questura di Perugia ha notificato a un italiano di 49 anni la misura dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento agli anziani genitori ed alla sorella. Il provvedimento è stato disposto dal gip.

Secondo la ricostruzione della polizia il clima “dispotico e violento” instaurato dall’uomo ha esposto i familiari a violenze fisiche e verbali continue, con conseguenze definite “altamente lesive” per la loro incolumità fisica, e dipese “da reazioni non controllabili e prevedibili”. Situazione denunciata dalla madre del quarantanovenne quando ha raggiunto – sempre in base a quanto riferito dalla Questura – una tale gravità da non poterla sostenere ulteriormente.

Dopo la notifica del provvedimento l’uomo ha dovuto lasciare immediatamente la propria abitazione che condivideva con gli anziani genitori e gli è stato imposto il divieto di avvicinarsi a meno di 300 metri.