È risultata affetta da malaria una bambina di sei anni che ieri è arrivata al pronto soccorso dell’ospedale di Città di Castello con febbre alta che non rispondeva agli antibiotici. È stata subito trasferita al reparto di Pediatria dell’Azienda ospedaliera di Perugia in condizioni stabili, secondo quanto riferisce l’Usl Umbria 1.

La bambina era tornata a settembre da un viaggio in Costa d’Avorio. La malaria – sottolinea l’Usl in una nota – è una malattia che si diffonde esclusivamente tramite il “vettore”, la zanzara, e non è trasmissibile da uomo a uomo.

Il responsabile del centro di Medicina del viaggiatore e profilassi internazionale dell’azienda sanitaria Massimo Gigli, ricorda che, “nonostante la mancanza di obbligo, quando ci si reca in viaggio in Paesi dell’Africa subsahariana, è bene procedere con la profilassi preventiva”.