E’ ritenuta responsabile di numerosi incendi di auto e di cassonetti di rifiuti a Perugia un’italiana di 34 anni senza fissa dimora arrestata dalla polizia. A suo carico è stata eseguita una ordinanza custodia cautelare in carcere emessa dal gip.

Da febbraio, in base a quanto ricostruito dalla squadra mobile della questura perugina, la donna ha colpito nelle aree di Fontivegge, Madonna Alta, Case Bruciate e del centro causando, in alcune occasioni, incendi di vastità tale da interessare anche i veicoli vicini a quello preso di mira. L’indagine – secondo gli inquirenti – ha portato ad addebitare “inequivocabilmente” alla 34enne i vari episodi, ricostruiti in base agli elementi forniti da alcuni testimoni oculari e dalle immagini riprese da telecamere di videosorveglianza.