Sono stazionarie ma restano gravi le condizioni di un bambino di nove anni rimasto gravemente ustionato nella serata di giovedì dall’acqua bollente contenuta in una pentola che si trovava nella cucina dell’abitazione dove la famiglia risiede, in provincia di Perugia. Il piccolo è ora ricoverato nell’ospedale del capoluogo umbro.

I familiari del bambino, immediatamente resisi conto della gravità della situazione, dopo aver allertato il 118 – riferisce il Santa Maria della Misericordia -, lo hanno trasportato con la loro auto fino a una località della zona del Trasimeno dove il paziente è stato preso in carico dai sanitari. E’ stato quindi ricoverato nella struttura complessa di dermatologia dell’ospedale perugino, diretta dal professor Luca Stingeni.