Ammonta ad oltre 200mila euro la prima stima dei danni subiti dal territorio di Alviano a seguito del maltempo dei giorni scorsi. Il sindaco della località del ternano, Giovanni Ciardo, spiega come in poche ore siano caduti oltre 100 millimetri d’acqua che hanno provocato grosse difficoltà di gestione in diverse aree del territorio comunale.

Diverse sono state le abitazioni allagate, gli smottamenti e le interruzioni di strade comunali, cui si è aggiunto l’allagamento del sottopasso della stazione ferroviaria.

Per oltre quattro ore squadre dei vigili del fuoco coadiuvati dai volontari della Protezione civile hanno operato con pompe idrovore. Insieme a Protezione civile e vigili del fuoco – aggiunge il sindaco – siamo riusciti a far fronte ad una situazione che in alcuni momenti si è rivelata molto critica”.

Intanto, il Consorzio di bonifica Tevere-Nera ha diffuso un comunicato nel quale spiega gli interventi in atto nel territorio di Alviano dopo i danni causati dal maltempo.

“Il Consorzio, già dalla mattinata del 23 settembre, sta operando per rimuovere alcune delle situazioni di pericolo causate dalle forti piogge verificatesi nella notte tra domenica e lunedì scorsi che, al protrarsi del maltempo, potrebbero arrecare gravi disagi alla viabilità locale. Dapprima è stato riescavato un tratto di fosso in prossimità della Strada di Pupigliano che, dopo le forti piogge, risultava completamente occluso.

E’ stato anche rimosso il materiale depositatosi sulla sede viaria. Nella giornata di ieri, 24 settembre, è stato avviato il ripristino di un tratto di strada che dalla SP 11, in Via Campo della Fiera, passa sotto la ferrovia giungendo nell’area adiacente il bacino dell’Oasi naturalistica. Tale strada, per una lunghezza di circa 150 metri, risultava impraticabile a causa del franamento del terreno sovrastante. Oltretutto, in alcuni tratti, la strada ha visto ridotta la propria larghezza a causa di erosioni di sponda sul fosso che scorre adiacente la strada stessa.

L’intervento sarà terminato presumibilmente oggi. In giornata inoltre verranno avviati gli interventi di ripristino spondale sul fosso demaniale Pian della Nave, nel tratto in corrispondenza della ferrovia direttissima Roma-Firenze. A causa dell’evento alluvionale e della forte ondata di piena, l’argine in sinistra idraulica ha ceduto e l’acqua ha inondato il terreno adiacente, giungendo a pochi metri dalla strada provinciale.

L’intervento consisterà nel riescavo del tratto del fosso così da ristabilire l’efficienza idraulica con il normale deflusso delle acque verso valle per poi ricostruire l’argine. Nei prossimi giorni inoltre si interverrà per rimuovere una situazione di pericolo rappresentata dalla presenza di un grosso pioppo che pende sulla strada di Fontana del Canale. a causa del forte vento si è inclinato molto e deve essere abbattuto per mettere in sicurezza la strada e scongiurare pericoli alla pubblica incolumità”.