E’ di 4 persone denunciate, 1685 persone identificate, 268 servizi di vigilanza nelle stazioni ferroviarie e di scorta a bordo di treni viaggiatori, 107 convogli scortati il bilancio dell’attività messa in atto – la scorsa settimana – dal personale del Compartimento di Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e 1′Abruzzo di Ancona nel corso della settimana appena trascorsa.

Nel dettaglio il 15 settembre, la PolFer di Ancona, durante un servizio di scorta a bordo di un treno regionale diretto a Piacenza, all’altezza della Stazione di Pesaro ha controllato e denunciato in stato di liberta, un cittadino straniero in possesso di una carta d’identità contraffatta ed irregolare sul territorio Italiano.

I1 16 settembre, nella Stazione Ferroviaria di Ancona C.le ha avuto luogo l’operazione “Alto Impatto”, dove gli Agenti della PolFer si sono avvalsi dell’aiuto della Squadra cinofili della Questura di Ancona per il controllo dei viaggiatori e dei bagagli, riassumendo l’attività in 165 persone identificate ed una denuncia in stato di libertà a carico un 40enne italiano al quale il Questore di Ancona aveva vietato di far ritorno nel Comune per tre anni.

Il 19 settembre un 50 enne italiano che si era allontanato arbitrariamente dal Comune di residenza, nonostante il divieto impasto dal Tribunale di quella provincia, e stato denunciato da personale della PolFer di Giulianova in servizio di scorta a bordo di un treno InterCity diretto a Lecce,

Il 21 settembre, la PolFer di Fabriano ha rintracciato all’interno della Stazione cittadina un 20enne nigeriano che poco prima aveva tentato di rubare un anello in una gioielleria del centro. Il giovane e stato denunciato in stato di libertà.