Durante l’attività di controllo del territorio lungo la SS3 Bis, la Polizia di Stato del Distaccamento Polizia Stradale di Todi, hanno fermato e controllato una automobile che nascondeva una brillante sorpresa.

Gli operatori della Polizia Stradale, appena fermato il veicolo alla cui guida risultava una donna, hanno notavano che sul sedile posteriore, un uomo che fino a quel momento era rimasto accucciato, non dormiva, nonostante fosse notte, ma sembrava proprio un vano tentativo di passare inosservato.

Ad insospettire gli agenti anche la presenza all’interno del veicolo di una radio ricetrasmittente.

Date le circostanze, i poliziotti, dopo aver identificato le due persone per due cittadini polacchi, un uomo classe 1965 e la figlia, classe 1994, procedevano ad una perquisizione piu’ accurata, individuando nella bombola per l’alimentazione a gas della vettura, una modifica pensata per ricavare un vano contenitore.

Proprio un questo nascondiglio gli agenti hanno rinvenuto oltre 70 sacchetti di plastica contenenti oltre 750 orologi con prestigiosi marchi contraffatti.

Gli occupanti dell’auto sono stati sottoposti a Fermo di polizia giudiziaria per i reati di possesso di oggetti con marchio contraffatto e ricettazione in concorso e al termine delle attività di rito, entrambi sono stati associati alle case circondariali di Spoleto e Perugia a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Spoleto.