Ha rischiato di essere travolto dalla potenza del fiume, ma è stato salvato dall’intervento del personale del Centro rafting di Marmore, un cucciolo di capriolo finito nelle acque del Nera.

Tra la sorpresa dei turisti impegnati nella discesa tra le rapide, una delle guide si è gettata direttamente in acqua e insieme ai colleghi sono riusciti a recuperare l’animale con l’aiuto di una fune e di una canoa.

“Forte è stata l’emozione delle guide impegnate nel rafting ai piedi della Cascata delle Marmore per aver potuto salvare questo cucciolo. ” affermano i responsabili del centro rafting, che opera in quel tratto del fiume Nera, ”Un plauso alle loro straordinarie capacità tecniche ed al loro grande cuore”.