Una violenta lite è scoppiata sabato scorso in un bar nel centro di Città di Castello ad avere la peggio è stato un tifernate di 71 anni, ricoverato con una emorragia cerebrale.  I carabinieri hanno arrestato per aggressione un uomo di 47 anni, la lite sarebbe scaturita per futili motivi durante una partita a carte. I carabinieri sono risaliti al 47enne anche grazie alle telecamere presenti nel locale. Il 71enne ha ricevuto un pugno in faccia e cadendo all’indietro ha sbattuto violentemente la testa, I’uomo è stato trasferito nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. L’aggressore è stato arrestato con l’accusa di lesioni gravi.