Fiaccolata, ieri sera a Terni, in ricordo di Mario Cerciello Rega, il vicebrigadiere dei carabinieri ucciso a Roma il 26 luglio scorso: ad organizzarla è stato il Cisom, il Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, di cui lo stesso militare era volontario.

Al corteo, che dopo un minuto di silenzio è partito dalla sede della prefettura e si è snodato per le vie della città fino a raggiungere il duomo, hanno preso parte i rappresentanti delle forze dell’ordine, tra cui il comandante provinciale dell’Arma Davide Rossi, il sindaco di Terni Leonardo Latini, quello di Amelia Laura Pernazza e il vice prefetto Andrea Gambassi, oltre alla responsabile del gruppo di Terni e Amelia del Cisom, Gabriella Fabrizi.

“Mario siamo tutti noi” è stato detto durante la commemorazione. “Non posso che ringraziare il Cisom per aver organizzato questa fiaccolata dall’alto valore simbolico” ha sottolineato il sindaco Latini, ricordando la grandezza “di servitore dello Stato e di persona” di Cerciello Rega. Latini ha anche rimarcato lo “spirito di comunità che abbiamo dimostrato stringendoci intorno al ricordo di una persona e di un evento che resterà indelebile”.