Arrestato, a Perugia, un presunto rapinatore seriale che terrorizzava le vittime mostrando anche un coltello. A finire ai domiciliari è un 44enne ritenuto responsabile dagli agenti della squadra mobile del capoluogo umbro di tre rapine, oltre ad essere seriamente indiziato anche in relazione ad un quarto analogo episodio.

Il provvedimento restrittivo è stato eseguito stamani, alle prime luci dell’alba. All’uomo, che è stato applicato anche il braccialetto elettronico, vengono contestate rapine che sarebbero state commesse nel giro di poche settimane a cavallo tra il maggio e il giugno scorsi, ai danni di esercizi commerciali del centro di Perugia. Stando al racconto della polizia, il 44enne attendeva che nell’esercizio commerciale preso di mira vi fosse una sola dipendente, sempre di sesso femminile, dopodiché entrava e, talvolta anche mostrando un coltello, la minacciava di non opporre resistenza con la classica frase: “Questa è una rapina”.