Armi e munizioni da caccia, di provenienza furtiva, sono state scovate – grazie al fiuto del cane Pluto – dai carabinieri della compagnia di Foligno, nel corso di una una mirata operazione di controllo svolta in una vasta area delle campagne nella periferia della città. L’operazione, finalizzata al controllo dei casolari abbandonati nella frazione di Sant’Eraclio, ha coinvolto personale delle dipendenti stazioni carabinieri, sezioni radiomobile e operativa, nonché di unità cinofile del nucleo di Firenze e di un velivolo del 16/o reparto elicotteri carabinieri forestali di Rieti.

Il fiuto del cane Pluto, altamente addestrato nella ricerca di armi ed esplosivi, ha permesso, come già più volte avvenuto in precedenza, di rinvenire armi e munizioni da caccia, di provenienza furtiva, ben nascosti sia all’interno di uno dei casolari ispezionati che nei terreni limitrofi ad esso. Saranno ora le ulteriori indagini di natura scientifica a indicare l’ambito di provenienza di quanto rinvenuto.