E’ previsto per venerdi’ prossimo il picco di questa prima ondata di calore africano, che gia’ da ieri si sta comunque facendo sentire in tutta Italia. Il 28 giugno infatti, secondo il bollettino di monitoraggio delle ondate di calore del ministero della Salute, saranno 16 le citta’ ad essere contrassegnate dal cosiddetto ‘bollino rosso’, cioè con un livello di rischio per l’intera popolazione e non solo per le categorie a rischio. Si tratta di Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Frosinone, Latina, Milano, Napoli, Perugia, Rieti, Roma, Torino, Venezia, Verona e Viterbo. A cui si aggiungono tre ‘bollini arancioni’, ossia con livelli di rischio elevati per categorie più vulnerabili come anziani e malati cronici: Cagliari, Genova e Palermo.

Domani invece, giovedi 27 giugno, le citta’ con allarme rosso saranno 6: Bolzano, Brescia, Firenze, Perugia, Rieti e Roma. Le temperature massime saranno alte ovunque, con picchi che oscilleranno tra i 37 ed i 39 gradi.

In situazioni come queste il ministero della Salute consiglia di evitare l’esposizione diretta al sole tra le 11 e le 18, fascia oraria in cui suggerisce anche di non svolgere attività fisica intensa all’aria aperta. Tra le altre indicazioni, bere liquidi, seguire un’alimentazione leggera, fare attenzione alla corretta conservazione dei farmaci e utilizzare correttamente climatizzatori e condizionatori d’aria.