“Oggi pomeriggio – dichiara il consigliere comunale del gruppo misto Emanuele Fiorini - ho presentato in consiglio comunale un atto di indirizzo per la riduzione delle indennità di funzione degli amministratori del comune di Terni. Trovo grave che numerosi rappresentanti della maggioranza abbiamo deciso di non discutere immediatamente questo atto che nello specifico chiede che il sindaco e la giunta deliberino un provvedimento relativo all’autoriduzione dell’indennità di funzione del sindaco, del vice, del presidente del consiglio e degli assessori nella misura non inferiore al 20% e allo stesso tempo la decurtazione sempre del 20% dei gettoni di presenza dei consiglieri comunali. Un provvedimento doveroso soprattutto nella realtà ternana dove vige un gravoso contesto economico e dove a causa del dissesto del Comune  la cittadinanza è chiamata ad affrontare rilevanti aumenti delle imposte.
Anche oggi l’amministrazione Latini – come già avvenuto ieri con l’aumento delle poltrone a TerniReti – si è dimostrata per quello che realmente è: una forza che non vuole il cambiamento, non vogliono la riduzione dei costi della politica a benificio dei cittadini, considerando che a ques’ultimi si chiedono sempre sacrifici. Non mi ritrovo in questo modo di intendere la politica,  in quanto ritengo che questa debba essere in primo luogo a servizio per la propria comunità”.