Avevano allestito nella propria abitazione – secondo la polizia – un centrale dello spaccio di droga, due coniugi arrestati a Città di Castello in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip.

La donna, una italiana di 28 anni, e l’uomo, di origini tunisine, di 38, entrambi già indagati in passato, erano stati sottoposti all’attenzione dei poliziotti a seguito di una segnalazione di attività sospette nella loro abitazione.

Al termine di una complessa attività di indagine, gli investigatori hanno appurato che la coppia si era ritagliata una importante fetta nel mercato dell’eroina nella zona del Tifernate, assicurandosi una fitta rete di clienti.

I due sono stati trovati in possesso di circa 10 grammi di eroina, una somma di circa 1.000 euro in banconote di piccolo taglio, oltre a vario materiale per il peso ed il taglio delle dosi.