Rimborsi per 11,7 milioni di euro ai comuni che si trovano nelle aree terremotate per compensare le minori entrate di Imu e Tasi dovute all’esenzione concessa dallo Stato ai proprietari delle case danneggiate dal sisma. Le regioni beneficiate sono Abruzzo, Lazio, Umbria e Marche. Lo comunica, in una nota, il Viminale.

All’Umbria sono destinati 1,68 milioni di euro. In particolare in provincia di Perugia sono stati individuati 11 Comuni per uno stanziamento di 1,65 milioni di euro e in provincia di Terni sono stati individuati quattro Comuni, per uno stanziamento di 25 mila euro.