“Prevedere vigilantes sanitari negli ospedali dell’Umbria”: è quanto chiede il portavoce del centrodestra nell’Assemblea legislativa, Marco Squarta (FdI) dopo l’aggressione ad un infermiere del pronto soccorso dell’ospedale di Perugia.

L’esponente di Fratelli d’Italia definisce “intollerabili e inaccettabili le violenze verbali che nei casi più gravi sfociano in vere e proprie aggressioni al pronto soccorso nei confronti di medici, infermieri, operatori sanitari e volontari delle ambulanze. Negli ultimi anni – ricorda – il fenomeno ha fatto registrare un trend in salita a livello nazionale e tutto ciò è preoccupante, considerando che quelle figure professionali lavorano giorno e notte per intervenire con urgenza in caso di incidenti, infortuni o malori improvvisi e la loro attenzione non dovrebbe mai essere distratta dalle intemperanze dei pazienti più aggressivi”.