Non è passata inosservata l’assenza del gonfalone del Comune di Terni – almeno nella parte iniziale della cerimonia -  alla celebrazione del 75° anniversario della liberazione della città dall’oppressione nazifascista che si è svolta oggi.

E’ accaduto infatti che il simbolo di Terni fosse inspiegabilmente assente all’inizio del cerimoniale, quello che ha visto i rappresentanti delle Istituzioni, delle associazioni combattentistiche e d’arma e dei partigiani, radunarsi in Piazza della Repubblica per la deposizione delle corone d’alloro insieme alle autorità civili, militari e religiose.

Per il Comune di Terni era presente il vicesindaco Andrea Giuli, oltre a diversi consiglieri, ma non il gonfalone il quale ha invece raggiunto il corteo che nel frattempo si era spostato per una analoga cerimonia alla Rotonda dei Partigiani, prima di proseguire per il Monumento ai Resistenti, piazza Briccialdi ed al Monumento ai Caduti.

Un fatto che ha generato imbarazzo, ma anche malumore in gran parte dei presenti alla cerimonia.