Otricoli si prepara a tornare indietro nel tempo, all’epoca dell’imperatore romano Marco Aurelio, grazie a “Ocriculum AD 168″, la rievocazione storica in programma da domani a domenica 9 giugno al parco archeologico. Anche i mastri degli studios di Cinecittà – che hanno realizzato l’Arco degli Argentari – hanno dato il loro contributo all’evento, promosso dall’Associazione Ocriculum, in collaborazione col Comune, la Soprintendenza archeologica e belle arti e paesaggio dell’Umbria e la Pro-loco di Otricoli e Poggio e con il finanziamento di sponsor privati e della Fondazione Carit.

Per l’occasione si rivivrà la suggestione del II secolo dopo Cristo, quando Ocriculum era un prospero municipio romano per la sua posizione strategica sulla via Flaminia e il porto sul Tevere dove transitava per Roma l’olio proveniente dalla vicina Sabina, il legname e la produzione locale d’arte figulina.