Dopo lo sparo, ha guardato avanti, verso il suo futuro. Nonostante tutto. Così, a diciannove anni, senza più l’uso delle gambe, è tornato in acqua per allenarsi e puntare in alto.  E’ diventato, per questo, una sorta di eroe moderno. Un esempio di vita e di come non bisogna mai mollare. Ed è per tale incredibile coraggio che il 5 giugno, alle 18, nella Sala della Protomoteca in Campidoglio, la giuria della 49esima edizione del Premio Simpatia consegna la preziosa rosa di Assen Peikov al giovane nuotatore Manuel Bortuzzo.

Tra le caratteristiche del Premio c’è il “Simpatico d’Italia”, che quest’anno va ad un altro giovane coraggioso, il ventiduenne Riccardo Zaccaro, studente di Disegno industriale presso la Facoltà di Architettura della Sapienza, che ha salvato la vita di tre persone: un suicida e due anziani dal rogo di casa.